NEWS

News


La Corte Costituzionale dichiara (ancora una volta ) inammissibili i quesiti relativi alla deducibilità parziale dell’IMU su base IRES

Con comunicato del 20 febbraio, l' Ufficio Comunicazione e Stampa della Corte Costituzionale ha reso noto che, all'udienza tenutasi il 9 gennaio, la Corte ha statuito l'inammissibilità dei quesiti posti in merito alla legittimità costituzionale dell'art. 14 D.L 14 marzo 2011 e successive modifiche, nella parte in cui non consente la detrazione totale, dall'IRES, delle somme versate su immobili strumentali a titolo di IMU. Al contempo, è stata dichiarata infondata la questione sollevata in merito alla detrazione totale IMU su...

Breve commento: Il nuovo contraddittorio preventivo

La previsione, all'interno della legge delega n. 111/2023, di un nuovo approccio rispetto alla regolamentazione contraddittorio preventivo, ha avuto una duplice direzione. Da una parte, una generale applicazione del contraddittorio a pena di nullità dell'azione accertativa; dall'altra la omogenizzazione e la estensione di strumenti di tutela del contribuente: tali principi ispiratori hanno di fatto dato luogo alla introduzione, all'interno dello Statuto del Contribuente, del nuovo articolo 6 bis sancita con la pubblicazione del D. L. 30 dicembre 2023, n. 219,...

Breve commento: Costi indeducibili e società di capitali a base ristretta: quali conseguenze per il reddito dei soci?

Cassazione civile sez. VI, 25/08/2022, (ud. 24/05/2022, dep. 25/08/2022), n.25322 La sentenza in commento aderisce ad un recente orientamento giurisprudenziale della Suprema Corte (Cass. 2224/2021) secondo il quale nelle società a ristretta base partecipativa, in caso di indeducibiltà del costo per sua inesistenza, o carenza di documentazione idonea,  il reddito maggiorato in considerazione della ripresa fiscale si presume distribuito nel corso del medesimo esercizio ai soci. Il principio viene però applicato anche nel caso in cui tale costo "sia stato effettivamente...

ENTRA OGGI IN VIGORE LA RIFORMA DEL CONTENZIOSO TRIBUTARIO

Con la L. n. 130/2022, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 204, entra in vigore da oggi la riforma del Contenzioso tributario. Tra le novità più importanti, si segnala in estrema sintesi: La costituzione delle Corte di Giustizia Tributarie in luogo delle Commissioni Tributarie di primo e secondo grado; la costituzione di in nuovo organico di magistrati specializzati, determinato in 448 unità presso le Corti di giustizia tributaria di primo grado e 128 unità nelle Corti di secondo grado; il giudizio...

Breve commento: Avviso di accertamento integrativo e “nuovi” elementi probatori.

Breve commento Ordinanza n. 18175/2022 della Suprema Corte di Cassazione   La Suprema Corte ritorna sul tema della legittimità dell'accertamento integrativo riconoscendo importanza determinante alla sussistenza di nuovi elementi probatori posti a base del medesimo, in quanto non conosciuti al momento della verifica originaria. Nel caso di specie, L’Agenzia delle Entrate aveva emesso nei confronti di una società immobiliare, e, per trasparenza, dei soci, avviso di accertamento relativo all'anno di imposta 2005 in base ad una verifica effettuata nel 2007. Nel 2009, sulla scorta...

Breve commento: La tortuosa via del patteggiamento nel reato di emissione di fatture per operazioni oggettivamente inesistenti

Corte di Cassazione, Sezione III n. 25656/22 Come segnalato in un interessante articolo a firma di Antonio Iorio  (https://ntplusfisco.ilsole24ore.com/art/patteggiamento-il-reato-fatture-false-se-si-paga-prima-debito-AEiLCSkB), sussiste contrasto giurisprudenziale all'interno della Terza Sezione della Suprema Corte, con riferimento alla applicabilità dell 'art. 13 bis, comma II del D. Lgs 74/2000 - secondo il quale la richiesta di applicazione della pena può essere avanzata solo previa estinzione del debito tributario nel periodo antecedente alla apertura del dibattimento - in riferimento alla ipotesi trattata all'art. 8 del D.Lgs 74/2000. Nel caso...

Prima pronuncia della S.C. in tema di applicazione del D. Lgs. 231/2001 nell’ambito dei reati tributari commessi da amministratori di società

Sentenza n. 16302/2022 Cass. pen. Con la pronuncia in oggetto, la Corte di Cassazione ha confermato, per la prima volta, l'applicazione dell’illecito previsto dagli artt. 5 lett. a), 6 lett. a), 25-quinquiesdecies d.lgs. 8 giugno 2001, n. 231 nei confronti di una società di capitali, i cui amministratori sono stati condannati per il reato di cui all’art. 2 d.lgs. 10 marzo 2000, n. 74  (Dichiarazione fraudolenta mediante uso di fatture o altri documenti per operazioni inesistenti). Con l'introduzione della legge n....

Breve commento:E’ sempre necessaria l’autorizzazione da parte della Procura della Repubblica in caso di accesso in locali ad uso promiscuo?

      Con recente sentenza, la Suprema Corte è tornata sul tema dell'applicazione dell'art. 52, comma 1 e 2, D..R. 633/1972 ed in particolare sulla necessità di previa autorizzazione, da parte della Procura della Repubblica, per accedere ai locali ad uso promiscuo. Si trattava, in particolare, di stabilire se - essendo i locali de quibus collegati solo esternamente a quelli ove veniva esercitata l'attività di impresa -  fosse venuta meno per tale fatto la connotazione della promiscuità e, per tale verso, la...

Sequestro preventivo del bene e confisca nei reati tributari

Cassazione penale sez. III, 31/03/2021, n.34602 LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE SEZIONE TERZA PENALE Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati: Dott. SARNO Giulio - Presidente - Dott. RAMACCI Luca - Consigliere - Dott. SOCCI Angelo Matteo - Consigliere - Dott. ACETO Aldo - rel. Consigliere - Dott. ANDRONIO Alessandro M. - Consigliere - ha pronunciato la seguente: SENTENZA sul ricorso proposto da: PROCURATORE DELLA REPUBBLICA PRESSO IL TRIBUNALE DI ALESSANDRIA; nel procedimento a carico di: R.E., nato a (OMISSIS); C.M., nato a (OMISSIS); inoltre: A.S., nato a (OMISSIS); avverso l'ordinanza del 11/01/2021 del TRIB. LIBERTA' di ALESSANDRIA; udita la...

Irrilevanza della crisi di impresa in riferimento all’omesso pagamento IVA

Cassazione civile sez. trib., 11/06/2021, (ud. 26/01/2021, dep. 11/06/2021), n.16517 Fatto SVOLGIMENTO DEL PROCESSO Con sentenza n. 248/65/2014, depositata in data 16.1.2014, la Commissione tributaria regionale della Lombardia rigettava l'appello di G4 Brescia s.r.l. avverso la sentenza n. 111/1/2011 della Commissione tributaria provinciale di Brescia che aveva respinto il ricorso proposto dalla contribuente avverso una cartella di pagamento, emessa a seguito di controllo automatizzato D.P.R. n. 600 del 1973, ex art. 36 bis, e D.P.R. n. 633 del 1972, art. 54 bis,...